Fan Page sui social network o sito internet?

Fanpage social vs Sito web

I social, lo sappiamo, vanno per la maggiore. I device mobili ne hanno decretato il successo in modo definitivo, consentendone l’accesso in qualsiasi momento della giornata, ed in qualsiasi luogo ci si trovi.

E le aziende come possono sfruttare questo canale di comunicazione con il proprio pubblico? E’ possibile pensare di abbandonare il proprio sito web per dedicarsi unicamente a coltivare la propria presenza sui social network?

Può bastarti un "Like"?

Probabilmente avrai sentito dire che più “Mi piace” raccogli e più sarai visibile nello stream dei tuoi potenziali clienti. E magari hai sentito parlare di “boom” mirabolanti di vendite grazie solo alla presenza sui social tramite una fan page (e se già stiamo parlando di una fan page invece di un profilo personale usato come strumento di presenza business sui social è un passo avanti!)

Ma non campi di Like, vero? E allora c’è forse qualche ragionamento che vale la pena fare.

Di chi è Facebook e di chi è il sito?

Come ben sappiamo il “social blu” (ma anche Instagram) è di Mark Zuckerberg, mentre il sito è tuo. E questo non è un aspetto secondario, anzi! Facebook, per esempio, può decidere in qualsiasi momento di chiudere la tua fan page, ed in quel momento tutto il tuo lavoro sparisce nel giro di pochi secondi, insieme a tutti i tuoi fan e i tuoi “mi piace”. Quello che ti mette a disposizione è quello che decidono i progettisti del social network.

Senza contare che la visibilità di un business sui social è sempre più legata alle campagne a pagamento, mentre la cosiddetta “visibilità organica”, quindi quella generata dal flusso normale dei post, è stata ridotta già da qualche anno.

Il tuo sito invece sarà attivo e funzionante finché va bene per te, finché tu decidi di tenerlo in vita. E tutte le risorse che gli avrai dedicato non saranno vanificate da una decisione presa da altri, a cui tu non puoi nemmeno appellarti. Puoi modellarlo come più ti piace secondo le tue esigenze. Sul tuo sito promuovi te stesso, non un’altra azienda (che è quello che fai quando usi un social network).

Il social network è uno strumento

Ovvio, anche il social ha i suoi benefici, ma li offre solo se inquadrati all’interno di una strategia più ampia, complessiva. E’ gratuito e facile da configurare, puoi interagire in tempo reale con i tuoi fan, puoi divulgare in tempo rapidissimo novità ad una grande platea.

Abbiamo detto che ha dei benefici, non dei vantaggi, perché rispetto ad un sito web non ne ha!

Per esempio: ogni volta che inserisci un nuovo post, come ben saprai, quelli precedenti vengono spostati in basso, oltretutto ad ogni nuova interazione da parte di qualche utente un vecchio post potrebbe tornare in alto, azzerando la sequenza temporale in cui i post sono stati inseriti. E sulla timeline non è così semplice ritrovare una informazione, oppure eseguire una ricerca, in special modo da mobile. Questo vuol dire che se una persona ricorda di aver visto qualcosa di tuo sul social network, non avrà vita facile se vorrà rintracciala, specie se non è recentissima.

Con il tuo sito, invece, ogni pagina ha una sua URL facilmente individuabile, ed ogni pagina rimane ferma li, sempre allo stesso posto e l’utente la può ritrovare senza essere costretto a fare scroll infiniti su una timeline. E se inserisci un motore di ricerca interno, qualsiasi cosa presente sul tuo sito può essere ritrovata nel breve tempo di una ricerca.

Ottimizzazione dei contenuti e visibilità sui motori di ricerca

Sui social network l’ottimizzazione dei contenuti non dipende da te, non puoi decidere cosa è importante e cosa no. Tutto è schematizzato dalla struttura del social, e tu non puoi fare nulla per migliorare il tuo posizionamento.

Inoltre chi sta facendo una ricerca su un motore di ricerca (che sia Google o Bing), sta esprimendo un proprio bisogno, sta cercando una informazione, vuole acquistare qualcosa, deve soddisfare una necessità. Quindi è il punto più adatto per farsi trovare. E li puoi farlo, ottimizzando al meglio il sito sulla base delle ricerche che le persone fanno quando cercano i tuo prodotti o i tuoi servizi. Nelle pagine dei risultati di ricerca sei pronto a soddisfare un bisogno nel momento stesso in cui viene espresso in modo inequivocabile.

Al contrario, chi sta scorrendo la propria timeline di Facebook (o Instagram, o Pinterest ecc…) quasi sicuramente sta pensando ad altro, sta “curiosando” cosa hanno fatto i suoi amici. Ben difficilmente in quel momento è interessato a quello che tu vuoi proporgli (a meno che non sia gratis e da cogliere al volo).

Social o sito: regole valide per tutti?

Ovviamente stiamo facendo un discorso molto generale.

Molto probabilmente se la tua è una attività locale potresti non aver bisogno di un sito internet, potrebbe effettivamente esserti sufficiente una pagina fan sui social di tendenza tra i tuoi clienti. Non dimenticare che devi stare nella piazza dove “vivono” i tuoi clienti, e non è detto che tu debba presidiare tutti i canali social, potrebbe bastarne uno o due, e bisogna individuare quello più adatto, quindi quello dove c’è la maggior parte delle persone interessate ai tuoi prodotti o servizi.

Anche in questo caso non è possibile generalizzare, e la situazione andrebbe studiata di volta in volta.

Perché, anche se forse sei portato a pensare diversamente, i social non sono gratis! Devi in ogni caso affidarti ad un professionista della comunicazione, che sappia sfruttare al meglio, grazie alla sua esperienza, le potenzialità di ogni singolo ambiente sociale. E molto probabilmente dovrai mettere in atto strategie di “advertising” (pubblicità) a pagamento, per dare visibilità alle tue pagine social.

Conclusioni

Una cosa molto interessante sui social network la disse Barak Obama dopo la prima campagna elettorale: “i social non mi hanno fatto vincere le elezioni, ma senza i social non avrei potuto vincere le elezioni“. Quindi è certo che i social network hanno la loro valenza.

Come avrai capito, però, quando si parla di business, secondo noi una fan page aziendale non può in nessun modo rimpiazzare il sito web istituzionale. Può affiancarlo per aiutare la crescita del brand, per raggiungere chi vive sulla piazza di un social. Ma, in generale, il sito istituzionale non può mancare, altrimenti perdi anche una grossa occasione di “branding”, che puoi ottenere solo su qualcosa di tuo, che puoi adattare a te, alla tua storia, al tuo rapporto con i tuoi clienti.

Ultimo, ma non meno importante: alla tua fan page social accede solo chi ha un account di quel social, mentre sul tuo sito può arrivare chiunque abbia una connessione internet, non dimenticarlo!