Google Analytics 4: arrivare preparati al cambio

Google Analytics 4 - È arrivato il momento in cui non puoi più rimandare Nel momento in cui scriviamo manca circa 1 mese e mezzo al momento in cui Google Universal Analytics smetterà di ricevere i dati dai sistemi di tracciamento. È arrivato il momento in cui non si può più rimandare l’implementazione della nuova versione di Google Analytics 4.

Le cause sono probabilmente molteplici, come sempre accade in questi casi:

1) necessità di adeguarsi alle normative di protezione dei dati  degli utenti emanate dai vari garanti, in paricolare in Europa;

2) necessità di tracciare anche i dati provenienti dalle app;

3) necessità di cambiare il sistema di modellazione dei dati per queste due ragioni;

4) alto costo di gestione dei dati presenti in Universal Analytics (per esempio l’uso delle “viste” nelle proprietà amplifica la necessità di potenza di calcolo per elaborare gli stessi dati più volte)

Quali i vantaggi del passaggio a GA4?

Innanzitutto bisogna ricordare che questo tipo di piattaforme sono solo degli strumenti, E come tali il loro compito è quello di facilitarci un lavoro, non quello di determinare come quel compito debba essere svolto.

Bisogna quindi partire sempre dalla definizione degli obiettivi, preparare un piano di misurazione, e poi configurare i tool affinché ci possano aiutare a misurare quello che abbiamo pianificato. E non dimentichiamo che non è lo strumento, ma la persona che lo utilizza a fare la vera differenza.

Una volta compreso questo aspetto, che è fondamentale se si vuole raggiungere il proprio obiettivo, passiamo in rassegna alcune caratteristiche importanti di Google Analytics 4.

Ecco quelli che sono, secondo noi, i principali vantaggi dell’utilizzo di GA4:

1) GA4 utilizza un modello di misurazione basato su “eventi e parametri”, più flessibile e superiore al modello basato su “sessioni e pagine viste” utilizzato da Universal Analytics;

2) GA4, così come tutti i tool di Google sfrutta la Consent Mode, che ti consente di raccogliere i dati recuperando anche fino al 70% degli utenti che non danno il loro consenso al tracciamento tramite i cookie;

3) Uno dei maggiori vantaggi di GA4 è la possibilità di utilizzarlo per il sito web o per l’applicazione mobile, nonché per il sito web e l’applicazione mobile insieme;

4) La reportistica roll-up di GA4 è molto più accurata di quella fornita da UA, poiché sia le app mobili che i siti web utilizzano lo stesso schema per tracciare le attività degli utenti;

5) GA4 fornisce un monitoraggio cross-device e cross-platform molto più accurato rispetto a UA;

6) GA4 fornisce il tracciamento automatico di alcuni tipi di eventi attraverso la misurazione avanzata;

7) GA4 rende l’impostazione del tracciamento degli eventi molto più semplice rispetto a UA, poiché non è più legato allo schema “categoria-azione-etichetta-valore”;

8) GA4 offre il debug all’interno dell’interfaccia di gestione;

9) La vista di reporting di GA4 fornisce una nuova serie di metriche di coinvolgimento che possono tracciare in modo molto più accurato il coinvolgimento degli utenti con il vostro sito web/app rispetto alle metriche di pageviews e bounce rate utilizzate da UA;

10) Essendo un prodotto di Google, GA4 si integra nativamente con altri prodotti di Google come Google Ads, Search Console, BigQuery e Looker Studio;

11) GA4 fornisce modelli di report di esplorazione attraverso i quali è possibile effettuare analisi avanzate dei dati;

12) GA4 rende molto più semplice il monitoraggio delle conversioni, in quanto è possibile contrassegnare facilmente qualsiasi evento registrato come una conversione;

13) GA4 è gratuito.

Qual è la piattaforma migliore per la digital analytics?

Non bisogna lasciarsi spaventare dalla nuova interfaccia utente, ovviamente diversa da quella precedente, e non bisogna pensare che GA4 sia peggiore di Universal Analytics o che altri strumenti di analisi siano ormai superiori a quello di casa Google.

In questi ultimi mesi molti utilizzatori di questo tipo di piattaforme hanno pensato di rivolgersi ad altri attori del mercato, in particolare Piwik PRO e la sua versione gratuita Matomo

Anche noi abbiamo fatto i nostri test con queste piattaforme e l’abbiamo implementata per qualche cliente che ha voluto sganciarsi dalle piattaforme Google, e queste sono le impressioni che ne abbiamo ricavato:

1) modalità “vecchia”, molto vicina a quella di Universal Analytics, sia per quanto riguarda l’interfaccia, sia per quanto riguarda la gestione dei dati;

2) per le versione “on-premise”, come il caso di Matomo, è necessario procedere con una propria installazione del tool, che porta con se una serie di conseguenze, per esempio:

2.1) necessità di competenze tecniche;

2.2) necessità di sistemi di protezione dei dati raccolti (e se qualcuno te li ruba? con chi credi che se la prenda il garante della privacy?!?)

2.3) necessità di manutenzione della piattaforma (che essendo locale sul tuo hosting è in carico a te);

Diventa quindi difficile dire quale sia la piattaforma migliore, e come in molti casi la risposta è: dipende.

Dipende se hai competenze tecniche. Dipende se hai un sistemista che ti gestisce la piattaforma. Dipende se sei in grado di proteggere i dati che raccogli. Dipende, soprattutto, da cosa farai dei dati che raccogli.

A nostro avviso la maggior parte di questi strumenti non regge il confronto con GA4 in termini di funzionalità e usabilità, e quelli che lo fanno sono troppo difficili/costosi da usare.

Tutti gli strumenti di analisi web sono soggetti alle stesse restrizioni di browser e privacy degli strumenti gratuiti e non forniscono dati sulle parole chiave.

Per il 99% delle aziende, la versione gratuita di GA4 è tutto ciò che serve.

Conclusioni

Ti abbiamo raccontato quelli che sono, secondo noi, i vantaggi di Google Analytics 4, l’abbiamo messo a confronto con altre piattaforme.

Ma tutto dipende da questa domanda:

Sai esattamente quali dati sono importanti per il tuo business? 

Solo rispondendo a questa domanda potrai sapere se ti è necessaria una piattaforma di tracciamento del comportamento degli utenti sul tuo sito, ed eventualmente quale.

Contattaci se vuoi scoprire come sfruttare i dati per generare business grazie al digital marketing